Filosofia & Dottrina

C’è una Scienza, un’Arte che altro non è che il ritmo stesso della Vita Eterna “Alchimia” (Al-Quemià) La Scienza Sacra che da sempre, ora, e per sempre, è stata, è, e sarà, l’Anima stessa della Vita!
L’alchimia è innanzitutto una pratica spirituale, un’antica tradizione ermetica, una scienza regale di  naturalezza, che combina elementi di; scienza, astrologia, semiotica, medicina, misticismo, religione, arte, fisica quantistica e del sapere occulto dall’arte suprema, è di fatto, una Via Iniziatica che si prende cura dell’Uomo nella sua totalità, facendo coesistere la vita spirituale e quella materiale in perfetta armonia, in, cui, l’essere umano è un’unità indivisibile costituita da tre dimensioni: Corporea, Mentale e Spirituale, che passando per un processo di alchimia interiore, riesci ad arrivare a realizzarsi, ossia a divenire cosciente della propria vera Realtà Spirituale, rivelata nel simbolo della Grande Opera.  Nell’alchimia, il vero fine delle operazioni alchemiche è la trasformazione dell’alchimista stesso, il raggiungimento di un grado di coscienza superiore. I risultati materiali sono solo le promesse del risultato finale, che è spirituale. Tutto è diretto verso la trasformazione dell’uomo stesso, verso la sua divinizzazione, la sua fusione nell’energia Divina, dalla quale si irradiano tutte le energie della materia. L’alchimista, al termine del suo lavoro sulla materia, vede operarsi in lui stesso una trasmutazione. Nel momento in cui la ‘Grande Opera’ si compie, l’alchimista diviene un uomo ‘risvegliato’, raggiunge il punto d’arrivo di ogni conoscenza reale delle leggi della materia e dell’energia, compresa la conoscenza tecnica.

“….Ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e ciò che è in alto è come ciò che è in basso, per compiere i miracoli della Cosa-Una…”

357jyooL’Alchimia (Arte Regia) è un antico sistema filosofico, una scienza esoterica e spirituale – “Esoterica” perché mantiene una condizione di riservatezza come parte della sua disciplina. In altre parole, la filosofia è che ogni esperienza deve essere vissuta e condotta spiritualmente in un percorso che ha come finalità quella di rendere ognuno sempre più responsabile di se stesso e consapevoli del proprio potere personale e spirituale. In fini l’alchimia è l’arte della trasformazione interiore.  la filosofia esistenziale che poneva l’uomo al centro del cosmo, ritrovando le leggi dell’universo all’interno dell’uomo stesso, crocevia tra realtà macrocosmica e microcosmica.

” L’alchimia non è soltanto un’arte o una scienza per insegnare la trasmutazione metallica, ma una vera e solida scienza spirituale che insegna a conoscere il centro di ogni cosa, le sue energie e in sue diverse potenzialità, in cui l’uomo  riconosce il Divino dentro di sè, ciò che nel linguaggio divino si chiama “Spirito Divino e vivificatore ” 

L’Alchimia risale al mondo antico e ha avuto grande seguito sopratutto nel rinascimento, la chiamata “Era d’oro”.  Nell’alchimia medioevale e rinascimentale avevano come scopo primario quello di creare la mitica Pietra Filosofale, o Elisir di lunga vita, attraverso la fusione dei metalli di base che venivano trasformati in oro, considerato il metallo nobile per eccellenza, in grado di garantire l’immortalità. Ma lo scopo dell’alchimia era soprattutto mistico e spirituale, perché l’incontro con la propria umanità permetteva all’alchimista di compiere un viaggio spirituale alla ricerca di se stesso, della sua Totalità, dei suoi potenziali da sfruttare così come dei suoi limiti da definire; un percorso introspettivo che collegava e metteva in relazione l’interno con l’esterno, il conscio con l’inconscio, il microcosmo col macrocosmo, attraverso l’integrazione dei vari principi corporei, emotivi, psichici ed energetici che si trovano nell’Universo e che sono a disposizione dell’uomo per la sua realizzazione, per prendere coscienza del suo non essere separato dalla Totalità ma partecipe e in prima persona del Principio Divino. L’alchimia esoterica rappresenta la scienza che ha la capacità di risvegliare il potere Divino, la scintilla Divina presente in ciascun essere umano. Da sempre è stata una scienza iniziatica, ciò vuol dire che le informazioni relative a questa filosofia e dottrina si acquisiscono attraverso un percorso iniziatico. Una dottrina che presenta insegnamenti di interpretazione essoterica (aperta a tutti) e una più profonda Esoterica, (appannaggio dei soli iniziati). Gli insegnamenti relativi, all’alchimia nell’antichità non erano pubbliche, anzi, erano occultate da chi le aveva conosciute, studiate e vissute intimamente e spiritualmente, attraverso il suo proprio impegno nella ricerca, una reale trasformazione dell’alchimista stesso.

‘L’ alchimia studia i fenomeni sovrasensibili, apre le porte di conoscenze misteriche che dovrebbero produrre nell’adepto il “risveglio totale dell’Essere”. Essa è totalmente ermetica,a causa della propria divina natura, solo coloro che ne hanno conquistato le “chiavi” ne conoscono il mistero….

Nell’alchimia l’uomo deve Sovere, Rettificare e Coagulare

vitriolL’acronimo V.I.T.R.I.O.L.U.M., che viene usato nella letteratura alchemica, è formato dall’espressione latina (Visita Interiora Terrae Rectificando Invenies Occultum Lapidem Veram Medicinam) che significa “Visita l’interno della terra, e rettificando troverai la pietra nascosta che è la vera medicina” Al centro dell’acronimo – “Rettificando” significa “correggere” gli aspetti negativi della propria psiche, purificare le emozioni negative. Serve a drizzare ciò che è cresciuto storto durante la vita. L’alchimista deve purificarsi da tutta la “sporcizia”, da tutte le sue “scorie”. Deve lavare “il corpo” per migliorarlo e perfezionarlo. I metalli devono essere purificati da “elementi esterni impuri e distruttivi”. I metalli in questo caso, sono interpretati come emozioni.

” È vero e lontano da ogni menzogna, che ciò che è in basso è come ciò che è in alto, e grazie a ciò si acquisiscono e si perfezionano le meraviglie dell’operazione di una cosa unica; e come tutte le cose si fanno grazie ad una e dalla considerazione di una sola, cosi tutte le cose sono fatte da una per congiunzione ”  (Ermete Trismegisto)

clip_image006_thumb

Il laboratorio dell’alchimista, con il suo Athanor, il crogiuolo alchemico, diventa la metafora di un viaggio interiore di trasformazione, dove si può operare una riunificazione con la propria anima attraverso l’integrazione degli opposti psichici, la “coniunctio oppositorum” che era il fine ultimo e spirituale dell’alchimia: maschile e femminile, conscio e inconscio, attivo e passivo, luce ed ombra, Yang e Yin, Logos ed Eros, Animus e Anima vengono accolti nella loro sacra ambiguità per essere innanzitutto visualizzati, separati e quindi elaborati per compiere lo stadio finale.

Non è semplice cogliere l’importanza e il valore di ciò che nasconde l’Arte delle arti: l’Alchimia.

E’ l’Arte che è anch’essa Una, ma che è molteplice, per quanti sono coloro che la vivono, che la incarnano, attraverso l’opera silenziosa quotidiana che svolgono in quel corpo, laboratorio alchemico, Athanor divino, dove tutto muore, genera e si trasforma, perché la coscienza comprenda in sé, ampliandosi sempre di più, maggiormente, la Luce che tutto pervade.

L’importanza del Maestro alchemico nel sentiero spirituale

Per percorrere seriamente il sentiero spirituale, cioè il sentiero verso la liberazione e il risveglio totale, è essenziale sviluppare un rapporto corretto col Maestro, da determinare una esperienza personale e trasformatrice sia interiormente che nella vita di ogni giorno e per fare corretti passi avanti, sopratutto nella tecnica corretta della meditazione di fondamento alchemico, Il ruolo del Maestro è fondamentale nel percorso di crescita spirituale, è quello di aiutare a realizzare le nostre potenzialità per il benessere della nostra vita. Abbiamo bisogno della guida di un Maestro perché non sappiamo ascoltare dentro noi stessi, la nostra mente è sempre rivolta all’esterno e al nostro stato egoico di vedere la vita. In realtà, il Maestro ci spinge alla crescita e al cambiamento, non dimenticando mai che, la vera guida è il tuo sé dentro di te, ossia te stesso. L’unico reale progresso che possiamo sperimentare nelle nostre vite non si misura in base alla quantità ma in base alla qualità, la qualità delle nostre azioni. Il progresso di un essere umano può essere solo spirituale, non c’è progresso se nel nostro agire non c’è spirito. Credere di progredire solo perché si è raggiunto un traguardo dal punto di vista materiale, è una mera illusione.  I veri risultati di questo progresso ci vedono ogni giorno impegnati per migliorare noi stessi e il mondo intorno a noi.Solo il tuo Maestro interiore ti condurrà alla scoperta della bellezza di te stesso e ti spinge ad accettare i veri cambiamenti.

Un vero Maestro, come guida spirituale, non viene per cambiare i principi, che, in quanto divini, sono eterni ed immutabili. Questo Insegnamento ha la sua origine nello Spirito cosmico e solare che guida la nostra umanità sin dalle sue origini. sulle grandi Leggi universali “un microcosmo fedele riflesso del macrocosmo

L’Essenza di un vero Insegnamento di Liberazione è l’esperienza personale diretta dello “stato naturale della mente”, l’esperienza assoluta, non-duale, che è la nostra Vera Natura. Quest’esperienza è è un processo alchemico è lo stato risvegliato, che è anche il vero nucleo essenziale dell’Insegnamento di Liberazione, ciò che viene trasmesso in modo immutabile nei secoli da insegnante, dai grandi Maestri. Il sorgere di questa esperienza risvegliata costituisce la garanzia che l’Insegnamento che seguiamo sia ancora una Via viva e vitale, capace di produrre liberazione e illuminazione

Nessun uomo potrà mai rubare il Segreto dei segreti!

Molti uomini, morirono a causa di questa, molti vestirono i panni dei carnefici per conquistarla e farla propria, ma L’Arte Regia, come dicono i Maestri, è come una Madonna, che va conquistata con lo Spirito, amata con il Corpo, ingravidata con l’ Anima.

L’unico modo per poter conoscere una strada è percorrerla!

Per ogni uomo c’è una strada unica ed irripetibile, convergente, comunque, verso lo stesso centro, Centro irradiante Luce, richiamo d’Amore e di Vita. Ogni uomo percorre quel sentiero richiamato dalla vibrazione radiosa di quella Coscienza Centrale e, una volta raggiuntala, si trasmuta egli stesso in raggio di Luce radiante, testimone e faro per coloro che lo seguiranno.

C’è una sola una chiave per entrare nel Segreto dei segreti, aderire con amore pieno all’amore che lo richiama!

Solo con l’oro si crea l’Oro! Chi ha orecchie per intendere intenda!