Adesione

Voglio diventare Alchimista…
Inanzi tutto deve sapere che l’alchimia esoterica è un insegnamento iniziatico, anche nelle sue fasi iniziali, che avviene tramandato da Maestro a Discepolo. Il termine “iniziazione” identifica l’inizio di un nuovo percorso interiore ed è un passaggio obbligato e solenne di un compromesso, perché contiene all’interno dell’organizzazione, una gerarchia di gradi di miglioramento ed elevazione. In sintesi, diventare un’alchimista CIAE, è lavorare su di sé, unirsi a una sede locale “Lapis Anguaris”, diventare iniziato e contribuire al perfezionamento e al bene dell’umanità.  

L’Aspirante Alchimista – Moltissime persone si sentono attratte dall’alchimia, ma la ricerca iniziatica non va presa alla leggera, l’aspiranti alchimista si avvicina all’alchimia esoterica, non solo per la sua visione del mondo identificazione con la filosofia, ma la vede come una via di crescita spirituale. La vocazione alchemica risponde ad un richiamo spirituale, più profondo, sono attratti dal sacro richiamo, ha una sette di sapere, ma non solo, la necessità di rinascere. L’ideale spirituale e le conoscenze iniziatiche vengono applicate concretamente nella vita pratica, che aiuterà la crescita, l’evoluzione, la Liberazione il “Risveglio”

Le qualità richieste per essere ammessi nell’organizzazione filosofica CIAE, sono: Identificarsi con la filosofia alchemica e aver raggiunto la maggior età. I minori, che abbiano compiuto almeno 15 anni, possono essere accettati con l’autorizzazione dei genitori.

Per diventare membro della Comunità Internazionale Alchemica Esoterica è necessario inviare una richiesta di “Aspirante” via e-mail all’indirizzo: angolodell’essenza@hotmail.it logo dopo riceverà, un’email contenendo un modulo di registrazione da compilare, necessario e obbligatorio per la registrazione amministrativa (Massima riservatezza, all’identità personale e al diritto alla protezione dei dati personali) E’ prevista una quota di iscrizione, copertura dei costi amministrativi e di funzionamento della giurisdizione (Brasile).

Il membro della CIAE, può, in qualsiasi momento e senza alcuna riserva, richiedere la cessazione della sua iscrizione inviando una e-mail di richiesta, contenendo; nome completo e numero di identificazione; riceverà in ritorno, un’email di conferma della vostra richiesta)

Quota Annuale – E’ previsto una quota annuale ai membri CIAE, sotto libera donazioni, per costi amministrativi.

Membro di Supporto – Un membro per, libera volontà, può decidere di aderire al pagamento de una quota annuale, di minimo €100 , e diventare un membro di supporto, collaborando con lo sviluppo e la crescita della nostra organizzazione filosofica. Per coloro che decidono di aderire alla quota annuale riceveranno una tessera che ha validità annuale dalla data di emissione. Diventando membro di supporto avrà diritto ad una percentuale di sconto applicata in ogni evento tenuto della C.I.A.E.

“Lapis Angularis” – Gli Organismi Locali
In ogni giurisdizione gli Alchimisti appartengono a un organismo locale, denominato “Lapis Angularis” sotto cura di un Maestro I°, in ascensione”. Questi organismi operano sotto la responsabilità e l’impulso del Primus Lapis Angularis, sedi generale, alla quale, fanno capo. In generale servono da cornice a incontri fraterni, eventi, e seminari che completano lo studio individuale dell’insegnamento scritto dell’Organizzazione C.I.A.E. In questo perpetuano l’aspetto orale della Tradizione Alchemica, dai noi promulgata. Nei “Lapis Angularis” vengono inoltre conferite le iniziatiche Alchemiche, realizzate dai Maestri autorizzati dal supremo consiglio C.I.A.E, e pone come finalità essenziali quelle dirette all’esercizio meditativo, di un vero insegnamento di liberazione, per raggiungere la pace interiore, tramite le pratiche della Meditazione di fondamento alchemico, base indispensabile e assolutamente necessarie ai membri della nostra comunità.

L’alchimista non ha fede! ha la certezza. (L.Lyon)

” L’alchimista è sereno, generoso, raggiante, gioioso, ma sopra tutto Saggio. L’energia che lo muove è una indicibile sete di conoscenza che lo porta a desiderare con tutte le forze di poter “toccare” Dio,fino ad annullarsi in Dio egli stesso e scomparire in quanto individuo separato”

(alcuni articoli dello statuto della comunità)

La graduazione dentro della nostra Organizzazione Filosofica, dipende esclusivamente, del livello di elevazione di crescita spirituale del membro, di una comprensione filosofica dei fondamento che l’alchimia antica ci ha lasciato. Un percorso che dipende di una pratica diaria della meditazione alchemica, che porta il neofita ad un percorso unico e assolutamente personale, un percorso che inizialmente richiede, accompagna di un Maestro Supremo Alchimista, che analizza lo stato energico che condurre ad una corretta crescita spirituale che leva ad una maggiore comprensione e chiarezza del mondo astrale e i soprannaturale del “Regno del Mercurio filosofico.” la graduazione non dovrebbe essere mais vista come grado di superiorità tra i membri della comunità, ma come un fratello di luce, che richiede il rispetto per la loro posizione acquisita di maturità spirituale.
 Art.3 della Struttura e Organizzazione

  • XI. Meditazione Alchemica, una pratica quotidiana, base indispensabile della nostra comunità alchemica, per ogni cammino di conoscenza per la vita stessa e per una crescita spirituale...”La Meditazione Alchemica rispecchia la dottrina e filosofica alchemica è un percorso verso l’illuminazione spirituale”
  • XIV. Ogni membro è direttamente responsabile per la loro crescita spirituale, in cui, prendersi cura di se stessi, rispetta gli altri e la natura, al meglio delle vostre capacità;
  • XV. Un membro della comunità deve cercare la consapevolezza della loro vocazione spirituale e riconoscere la serietà, sacralità e la responsabilità del loro modo di muovere i primi passi come apprendista alchemico, come discepolo di luce;
  • XVI. Un membro della comunità deve essere identificato con la visione alchemica come filosofia di vita. Si tratta di un essere umano che ha deciso di effettuare lavori nella sua “Psiche = Anima”, e trasmutare radicalmente la sua coscienza materiale, con l’illuminazione come obiettivo primario, “risveglio”, che non si impara nell’acquisizione materiale, ma nella crescita e esperienze spirituali;
  • XIII. Un membro della comunità specchia i sui pensieri e i sui  principi nella visione alchemica e cercare di entrare in contatto con l’insegnamenti filosofici alchemici, trasmessi dal Maestro Supremo Alchimista, cercando, concretamente, di vivere i fondamentali dell’alchimia, imparando a mettere in pratica, il loro punto di vista nella realtà di tutti i giorni.
  • …..

Immagine” L’avido truffatore dalle mani impure non può tentare quest’Arte, né essa sarà mai dell’uomo incolto e grossolano; la mente dissoluta sarà del tutto accecata, ma l’uomo saggio e pio si avvicini, e unendo volontà e forza, studi egli quest’Arte in tutta la sua profondità e ampiezza…”

Inviaci la tua richiesta di adesione “Aspirante”